Fino a qualche anno fa si pensava che l'irrigazione a goccia fosse la soluzione ideale solo nelle zone dove la disponibilità d'acqua risulta piuttosto scarsa. Oggi qualcosa è cambiato nel nostro modo di guardare alle risorse idriche di cui disponiamo. L'acqua, finalmente lo abbiamo capito, è un bene prezioso che merita di essere trattato con il dovuto rispetto, senza quindi alcun tipo di spreco. Proprio per questo motivo l'irrigazione a goccia si sta diffondendo in modo sempre più capillare anche in zone dove di disponibilità ce n'è invece davvero molta.

Di certo però quasi nessuno credeva che questo sistema potesse essere applicato con successo anche alla coltivazione del mais che, è risaputo, senza il dovuto apporto di acqua non riesce a crescere rigoglioso e in salute. I coltivatori di mais possono però finalmente dire addio alle irrigazioni a scorrimento, ad aspersione, a pioggia, perché recenti studi hanno dimostrato che proprio quello a goccia è il sistema di irrigazione ideale per questa pianta in quanto riesce a garantire il giusto nutrimento per farla crescere forte e in salute, con pannocchie molto più lunghe rispetto comune e con ranghi decisamente più fitti.

 

Ma quali sono le caratteristiche principali di questo metodo di irrigazione? L'acqua viene distribuita solo nella zona vicino alle radici, utilizzando appositi punti goccia. Si tratta di un sistema di microirrigazione: si offre cioè alle piante un volume d'acqua piuttosto basso in modo che possa utilizzarlo al meglio.

Pensate infatti che circa il 95% dell'acqua somministrata viene utilizzata, con uno spreco davvero minimo. Coltivare il mais con un sistema di irrigazione a goccia significa quindi riuscire ad ottenere un raccolto migliore senza spreco di acqua: per una produzione quindi capace di portare molti più profitti e allo stesso tempo di avere un basso impatto ambientale.

 

I coltivatori avranno inoltre la possibilità di risparmiare e di utilizzare le risorse che non sono state utilizzate in altro modo, ottimizzandole e mettendo la propria azienda sulla strada del successo.

Online sono disponibili molti tutorial che permettono di creare un sistema di irrigazione ad acqua fai da te. Se avete bisogno di un sistema di questa tipologia per un piccolo orto personale, potete anche provare. Se però avete bisogno di un sistema di irrigazione per colture piuttosto ampie, non possiamo che consigliarvi di fare affidamento su un professionista del settore: solo così riuscirete ad ottenere i risultati sperati.

 

A prima vista forse non ci si rende conto di quanti siano i dettagli da prendere in considerazione, ma possiamo assicurarvi che sono davvero numerosi: è necessario infatti considerare la tipologia di terreno e le condizioni metereologiche presenti in quella zona, la specie di pianta su cui è necessario intervenire, la distanza tra le varie piante e le fasi del loro sviluppo. Per non parlare poi delle stagioni, un sistema che, quindi, deve anche essere in grado di modificare le sue impostazioni durante il corso dell'anno.

 

Solo prendendo in considerazione tutto questo è possibile dare vita ad un sistema personalizzato capace di rispondere davvero alle specifiche esigenze di quella coltivazione: punto di cardinale importanza per la corretta riuscita di un sistema di irrigazione.

 

 

 

Tecnoirrigazioni di Isoardi Silvano - Via del mondarello 10 12036 Revello (cn)

Cod.Fisc:SRDSVN81C22H727W -- Part.Iva:03350230045

sito creato con Joomla! / Designed by RocketTheme