Bambù gigante

Bambù gigante è una pianta perenne sempreverde con un ritmo di rinnovo davvero straordinario. Pensate che in appena 4 anni di vita può arrivare anche a 30 m di altezza e i suoi fusti possono raggiungere un diametro di ben 40 cm. Tutto questo è reso possibile dalla presenza di un rizoma piuttosto importante che striscia sotto il terreno al fine di garantire alla pianta un sostegno eccellente. Il rizoma permette allo stesso tempo anche di accumulare le sostanze nutritive di cui la pianta ha bisogno e produce nuovi germogli che daranno poi vita a nuove piante.

La presenza di un rizoma di questa tipologia da sola però non basta a garantire il corretto sviluppo della pianta: c'è bisogno infatti di un elevato apporto idrico. Questo è l'ostacolo più importante che le coltivazioni di bambù italiane si trovano ogni anno costrette ad affrontare: nelle zone mediterranee, dove si concentra la maggior parte delle coltivazioni di questa pianta, piove infatti con minore abbondanza rispetto alle zone tropicali di cui il bambù è originario; le precipitazioni si distribuiscono sul territorio inoltre in modo piuttosto disomogeneo. Proprio per questo motivo non è possibile in Italia, così come in molti altri paesi europei, pensare di effettuare questo genere di coltivazione senza un'adeguata irrigazione.

Ma qual è il sistema di irrigazione migliore? Secondo recenti ricerche l'irrigazione a goccia è il metodo più adatto per riuscire a garantire al bambù una salute eccellente. Questa micro-irrigazione viene effettuata con apposite ale gocciolanti che permettono di bagnare solo la zona della radice: il rizoma ottiene così il giusto apporto di acqua e ossigeno in modo costante, senza che il terreno circostante diventi troppo compatto e ne pregiudichi quindi lo sviluppo. Grazie all'irrigazione a goccia si evita inoltre che l'acqua vada a bagnare la chioma o il fusto: queste parti della pianta devono restare quanto più asciutte possibile in modo da evitare malattie che potrebbero ledere la coltivazione.

Sono oggi disponibili in commercio dei kit che permettono di dare vita in modo del tutto autonomo ad impianti a goccia per le proprie coltivazioni. Se quello che desiderate però è un risultato davvero ottimale, dovete necessariamente fare affidamento su un professionista del settore che progetti il sistema in base all'impianto idrico disponibile e al numero di piante. Possiamo però in generale affermare che un'ala gocciolante ogni metro di terreno è la giusta proporzione, qualunque sia la fase di sviluppo della pianta.

Vi ricordiamo che grazie ai progressi del settore è anche possibile distribuire con l'acqua usata nel sistema di irrigazione i nutrienti di cui la pianta ha bisogno per crescere al meglio. Questa soluzione, che prende il nome di fertirrigazione, è la scelta ideale per una pianta come il bambù, davvero molto esigente. Riuscirete in questo modo a rispondere al meglio a tutte le sue esigenze con un semplice impianto di irrigazione e vedrete che i risultati saranno straordinari: un bambù con fusti alti e robusti, al massimo delle sue potenzialità, che farà invidia a tutti gli altri coltivatori di questa pianta così straordinaria.

immagine presa da pixabay.com

 

 

Tecnoirrigazioni di Isoardi Silvano - Via del mondarello 10 12036 Revello (cn)

Cod.Fisc:SRDSVN81C22H727W -- Part.Iva:03350230045

sito creato con Joomla! / Designed by RocketTheme