Capita a tutti di ricevere in dono per le feste natalizie una meravigliosa Stella di Natale, una pianta davvero molto scenografica che, anche grazie ai suoi fiori rossi, è considerata da molte persone il simbolo stesso di questa festività. Molti credono che si tratti di una pianta sin troppo delicata e quindi difficile da gestire, ma se proverete a seguire i nostri consigli, vedrete che riuscirete a mantenere intatta la sua bellezza durante tutto l'arco dell'anno.

 

Innaffiatura

 

Forse non tutti lo sanno, ma la Stella di Natale è una pianta tropicale: nasce quindi in luoghi dove le piogge sono poco frequenti e dove, anzi, vi sono veri e propri periodi di siccità. Proprio per questo motivo non dovete innaffiarla in modo eccessivo: meglio bagnarla quindi solo quando il terreno appare completamente asciutto, evitando che si formino ristagni d'acqua.


Esposizione

 

Proprio perché si tratta di una pianta tropicale, capite bene che non potete coltivarla in giardino o sul balcone. Dovrete tenerla la maggior parte del tempo in casa e trasferirla all'esterno solo in estate, quando le temperature risulteranno particolarmente elevate. Per vivere in salute ha bisogno di molta luce: il luogo migliore dove posizionarla in casa è quindi vicino ad una finestra o alla porta a vetri di un terrazzo; il luogo migliore in giardino o sul terrazzo è laddove batte il sole per la maggior parte del tempo.

 

Dall'inizio del mese di ottobre e per circa 45 giorni si consiglia però di tenere la pianta completamente al buio dalle 17.00 alle 7.00: ciò significa che non deve entrare in contatto, meglio sottolinearlo, neanche con la luce artificiale. Può sembrare una strana usanza, ma, credeteci, riuscirete in questo modo ad ottenere una pianta con foglie e fiori semplicemente meravigliosi.

 

Vi ricordiamo inoltre che durante il periodo in cui la Stella di Natale resterà in casa dovrete provvedere ad arieggiare quotidianamente la stanza: questa pianta infatti non sopporta l'aria sin troppo viziata che c'è nelle nostre abitazioni. Il problema però sono le eventuali correnti fredde che sono assolutamente da evitare per il benessere della vostra pianta: prestatevi quindi una grande attenzione.

 

Potatura e cambio del vaso

 

Febbraio e marzo sono i mesi ideali per potare la vostra Stella di Natale. Non abbiate paura di esagerare: una potatura davvero radicale permette ai rami di rigenerarsi nel miglior modo possibile. Ricordate inoltre che è molto importante cambiare vaso ogni anno, aumentando le sue dimensioni: in questo modo offrite alla pianta tutto lo spazio di cui ha bisogno per allargare le sue radici e per ossigenare il suo fusto.

 

 

Concimazione

 

 

Dal mese di maggio al mese di settembre è bene provvedere alla concimazione della Stella di Natale, una volta ogni due settimane. Il concime ideale è quello per le piante fiorite, ricco di potassio e di fosforo, meglio se in formato liquido in modo da mescolarlo direttamente all'acqua che utilizzerete per l'innaffiatura. Vi consigliamo comunque di chiedere informazioni al vostro fornitore di fiducia che saprà sicuramente indirizzarvi sul prodotto più adatto per le vostre esigenze.

 

 

 

Tecnoirrigazioni di Isoardi Silvano - Via del mondarello 10 12036 Revello (cn)

Cod.Fisc:SRDSVN81C22H727W -- Part.Iva:03350230045

sito creato con Joomla! / Designed by RocketTheme